Parrocchia

San Gabriele Arcangelo

Vocazionisti - Roma

Il Fondatore dei Vocazionisti

Breve biografia di don Giustino

Don Giustino Maria Russolillo nacque a Pianura di Napoli il 18 gennaio 1891, in tenera età fu chiamato da Dio ad essere sacerdote, ed il 7 maggio 2011 è stato proclamato beato della Chisa Cattolica da papa Benedetto XVI. La chiesa ha riconosciuto un miracolo avvenuto per sua intercessione, dopo aver precedentemente vagliato la sua vita, i suoi scritti e le sue opere riconoscendo che ha vissuto in modo eroico le virtù cristiane.

La chiamata ad essere sacerdote

Sin da ragazzo Giustino sentì un forte desiderio di consacrarsi a Dio come sacerdote. Il seminarista Giustino attraeva a Dio i fanciulli desiderosi di conoscere il Signore attraverso il catechismo quotidiano.  Formò il gruppo dei “fedelissimi” tra cui uscirono i primi Vocazionisti. Fu grazie alla cooperazione dei genitori, del vescovo, delle zie materne e di un ricco signore del luogo, che potè coronare il suo sogno e fu ordinato sacerdote il 20 settembre 1913.

Fondazione delle congregazioni vocazioniste

Con l'approvazione del suo padre spirituale, nel giorno della sua ordinazione sdacerdotale, durante il canto delle litanie, don Giustino emise un solenne voto a Dio di fondare una congregazione religiosa per aiutare i ragazzi privi di mezzi finanziari a diventare sacerdoti: da questa ispirazione originaria nacquero i Padri Vocazionisti, le Suore Vocazioniste e l’Istituto secolare delle Apostole Vocazioniste della Santificazione Universale.

Fu parroco di San Giorgio Martire in Pianura di Napoli dal 20 Settembre 1920 fino alla sua morte il 2 Agosto 1955.

Il Vocazionario

La sua vita fu spesa per i giovani chiamati da Dio ad essere sacerdoti o religiosi. Fondò "il Vocazionario, un’opera dove si accolgono nella pietà e nello studio quanti mostrano segni di vocazione e non son ancora orientati verso una congregazione o una diocesi" (Cost. art 14).

Fondatore, parroco, mistico

Oltre ad essere stato fondatore e parroco, don Giustino era molto apprezzato come direttore spirituale e predicatore di ritiri spirituali. Ci ha lasciato una grande eredità attraverso le sue preghiere e i numerosi scritti organizzati nell’Opera Omnia che al 2016 conta ben 26 volumi. Da vero contemplativo ci ha mostrato la via dell’unione con Dio attraverso la santificazione di ogni atto e di ogni momento.

I suoi figli, Vocazionisti, Vocazioniste e Apostole della Santificazione Universale continuano oggi il lavoro lasciato da don Giustino attraverso l’apostolato parrocchiale, il lavoro in scuole e lo slancio missionario, ma soprattutto attraverso l’opera caratteristica del Vocazionario.

 

Processione dei resti mortali

Film:Una vita per le vocazioni

7 Maggio 2011: La Beatificazione

(Pagina aggiornata il 25 Novembre 2017)